I libri non si leggono più
Ora si ascoltano

Iginio Ugo Tarchetti

Immgine di Iginio Ugo Tarchetti

Note sull'autore

Nel suo paese natio intraprese la carriera militare, ma la interruppe bruscamente nel 1865 per motivi di salute, stabilendosi a Milano. Qui si dedicò febbrilmente all'attività letteraria, entrando in contatto con gli ambienti della scapigliatura, collaborando con numerosi giornali e scrivendo racconti, romanzi e versi. Stremato da questa attività, dalla miseria e dalla tisi, si spense nel capoluogo lombardo alla tenera età di trent'anni. Il suo temperamento anticonformista, incline alla solitudine, alla malinconia, alle fantasie macabre, alla vita disordinata segnata dalla dedizione all'arte, dalla miseria e dalla malattia, ne fa un tipico rappresentante della letteratura scapigliata. Ha lasciato numerose opere, tra cui I canti del cuore, scritti prima di compiere vent'anni, che sono prose liriche che si ispirano ai canti popolari tedeschi ed a George Byron. Nel 1866 esce Paolina, romanzo di impianto sociale, che tratta di una fanciulla povera ma virtuosa sedotta da un nobile malvagio, che denuncia in forme di feuilleton l'oppressione che grava contro il proletariato. Nel 1867 viene pubblicato il romanzo Una nobile follia, che si scaglia contro la guerra ed espone tesi anti-militaristiche. Nell'anno della morte escono raccolte di racconti, già pubblicati in precedenza su vari periodici: i Racconti fantastici risentono del modello di E. T. A. Hoffmann e di Edgar Allan Poe e si incentrano sull'interesse per lo spiritismo, i fenomeni para-psicologici, il ''nero'' ed il macabro. Sono tutti temi tipici del Romanticismo nordico, che in Italia aveva avuto poca diffusione a causa dell'opinione negativa della Chiesa Cattolica su questi argomenti. Amore nell'arte vuole mostrare che l'amore e l'arte, soprattutto la musica, possono infrangere le barriere della vita e della morte. Vi è anche un gusto per gli stati psicologici abnormi, come nell'opera 'Innamorato di montagna. Sempre nel 1869 esce anche l'opera più importante del Tarchetti, il romanzo Fosca, lasciato incompiuto e completato dall'amico Salvatore Farina. Postumi furono pubblicati nel 1879 i versi, col titolo di Disiecta. Caratteristica dell'opera del Tarchetti è un inquieto sperimentalismo, che lo porta da un lato all'impegno sociale e politica tra le fila della Sinistra storica, dall'altro all'esplorazione del fantastico, dell'abnorme, dal patologico, del macabro, sotto il segno dominante di un'attrazione per la morte come ''Varco aperto sulle regioni del possibile''.



Elenco Audiolibri

LINGUA TITOLO COSTO
 
Audiolibro in Italiano Fosca
Euro 3,00
ORDINA

Durata audiolibro: 6 ore e 28 minuti    Numero brani: 52

Vai alla scheda

Note: E' considerata la sua miglior opera, alla quale lavorò fino alla morte per tifo, avvenuta il 25 marz...(continua)

Audiolibro in Italiano Racconti fantastici
Euro 3,00
ORDINA

Durata audiolibro: 3 ore e 2 minuti    Numero brani: 17

Vai alla scheda

Note: L'Audiolibro contiene:
Racconti Fantastici (I Fatali; Le Leggende del Castello Nero; La Le...(continua)

Audiolibro in Italiano Racconti umoristici
Euro 3,00
ORDINA

Durata audiolibro: 3 ore e 34 minuti    Numero brani: 14

Vai alla scheda

Audiolibro in Italiano Storia di una gamba e altri racconti
Euro 3,00
ORDINA

Durata audiolibro: 2 ore e 59 minuti    Numero brani: 12

Vai alla scheda

Note: L'audiolibro contiene: Storia di una gamba, Le leggende del castello nero, Uno spirito in un lampone...(continua)