I libri non si leggono più
Ora si ascoltano

Mastro Titta

Immgine di Mastro Titta

Note sull'autore

Mastro Titta, al secolo Giambattista Bugatti, è noto anche come Boja di Roma, cioè come l'esecutore delle sentenze capitali dello Stato Pontificio. La sua carriera, che lo vide incaricato delle esecuzioni delle condanne a morte, iniziò il 22 marzo 1796 e fino al 1864 totalizzò ben 516 ''servizi'' tra suppliziati e uccisi. Le sue operazioni sono tutte diligentemente descritte nelle sue Memorie, fino al 17 agosto 1864, quando Papa Pio IX gli concesse la pensione con un vitalizio mensile di 30 scudi. Mastro Titta si recava anche nei ''mandamenti'' pontifici e si trovano le memorie della sua triste opera. L'esordio ''nella mia carriera di giustiziere di Sua Santità, impiccando e squartando a Foligno Nicola Gentilucci, un giovinotto che, tratto dalla gelosia, aveva ucciso prima un prete e il suo cocchiere, poi, costretto a buttarsi alla macchia, grassato due frati''. A Valentano, presso l'archivio storico, è reperibile la testimonianza della sua prima esecuzione nella località di Poggio delle Forche. Mastro Titta stesso racconta la sua prima esecuzione valentanese: ''Il 28 marzo 1797, mazzolai e squartai in Valentano Marco Rossi, che aveva ucciso suo zio e suo cugino per vendicarsi della non equa ripartizione fatta di una comune eredità''. Il nomignolo dato al Bugatti divenne poi il nomignolo anche dei suoi successori ed a Roma ''Mastro Titta'' è direttamente sinonimo di boia. Non potendo il boia vivere sulla riva sinistra del Tevere, egli risiedeva nel rione di Borgo.



Elenco Audiolibri

LINGUA TITOLO COSTO
 
Audiolibro in Italiano Memorie di un carnefice scritte da lui stesso.
Euro 3,00
ORDINA

Durata audiolibro: 13 ore e 16 minuti    Numero brani: 115

Vai alla scheda

Note: Memorie romanzate pubblicate a dispense nel 1891, prende spunto però dal taccuino scritto dallo stes...(continua)